23 Febbraio 2024

QUEL NUOVO SENSO DI LIBERTA’ @ LA PILLOLA POLITICA DI MAVA FANKU’ (CON PODCAST)

Ascolta dalla voce di Mava

A dieci giorni dalla sua elezione, possiamo dire che la ragazzona del Canton Ticino funziona.

E se ne ha la conferma sopratutto dai suoi difetti, dimostrati subito, come i suoi pregi. E questa trasparenza è vincente.

Elly è di una empatica disinvoltura persino nel suo immediato presenzialismo. Persino nelle sue pose da attivista ecologista. Persino nel suo look fintamente trasandato, ma che se lo guardi con attenzione risulta ricercato, nelle sue sofisticate giacche dal taglio sartoriale, chiccamente di mezza taglia più grandi.

Niente è lasciato al caso, anche se a primo acchito sembra una scappata di casa dopo essersi svegliata in ritardo, senza lavarsi neanche la faccia e pettinandosi i capelli con le dita in ascensore.

E’ cercatrice di alleanze fruttuose con il terzo Partito Italiano: quelle Cinque Stelline seppur cadenti, ma che farebbero la differenza, inconciliabili e riluttanti con il precedente segretario la mammo-Letta, che accetterà l’affettuoso nomignolo, a differenza del Signor Presidente Giorgia che, se ti permetti di trovarle un soprannome, manifesta subito quel coerente autoritarismo ideologico, che fa applaudire la folla che l’ha voluta al Governo.

Così come alla veemente richiesta (da parte della nostra Elly) di dimissioni di un suo ministro, per i tanto tragici quanto ambigui fatti di Crotone, “il nostro beneamato” Presidente del Consiglio (la Meloni al suo insediamento preferiva che la sua carica venisse declinata al maschile), minimizza rispondendo: “L’opposizione chiede le dimissioni ogni giorno di un ministro diverso. Non fa più notizia.”

E il chiedere le dimissioni di un ministro del Governo Meloni, subito dopo un fatto cosi’ grave, è una sincera ingenuità politica dettata dalla fresca inesperienza di Elly. Certamente, sarebbe stato preferibile, ad esempio, sollecitare il Governo ad attuare un programma efficace, per regolamentare le migrazioni planetarie da discutere al Parlamento Europeo, proponendo di aprire nell’immediato dei salvifici corridoi umanitari.

Così come è stato fatto dalla nuova opposizione. Ma senza quella rumorosa richiesta di dimissioni, magari, sarebbe stato tutto più seriamente politico, e meno effettistico. E questa mia critica costruttiva vuole essere di buon auspicio alla diversamente bella ragazzona.

E chi l’attacca dicendole che è brutta e lesbica (come delle pseudo signore sentite a Teatro fare chiacchiere da salotto comprato a un’asta fallimentare) fa cattiva pubblicità a chi vorrebbe propagandare.

Ma noi che sosteniamo Elly, stimoliamola a continuare con il suo bell’entusiasmo che fa venir voglia di una nuova Sinistra, sempre più libera e, scusate il termine banale ma necessario, sempre più democratica.

Mava Fankù

Elly Schlein

Copy 2023@The Women Sentinel – Riproduzione Vietata – Diritti Riservati

About Post Author

  • Registrazione Tribunale di Roma n.133/22 del 8/11/22

Direttore Stefania Catallo

Stefania Catallo, romana e fondatrice del centro antiviolenza Marie Anne Erize. Si occupa di storia orale e di diritti delle donne. Giornalista e scrittrice, ha pubblicato diversi libri, l'ultimo dei quali "Evviva, Marie Anne è viva!" (2018, Universitalia), ha ricevuto il Premio Orsello nella sezione Società.

Redazione:

EMYLIU' SPATARO

Emilio Spataro, in arte Emyliù, attore, chansonnier, fotografo, grafico. Di origine calabrese cirotana, vive a Roma. Opinionista e Web Master del Magazine.

MAVA FANKU'

Opinionista disincantata, dotata di un notevole senso dell'umorismo e di una dialettica tagliente, Mava Fankù cura attualmente due rubriche, La Pillola Politica e I Pensierini di Mava, elzeviri su temi vari che ispirano la nostra signorina agèe, da poco anche in video, oltre che in podcast, oltre che in scrittura.

ALESSIO PAPALINI

Romano, educatore, formatore e appassionato di lettura e comunicazione. Attore del Teatro Studio Jankowski di Roma

PATRIZIA MIRACCO

Psicoterapeuta e giornalista. Appassionata di arte e mamma umana di Aki, una bella cagnolina a quattro zampe di 4 anni.

VENIO SCOCCINI

Diplomato all'Istituto Alberghiero Michelangelo Buonarroti di Fiuggi (FR) - Dopo una lunga esperienza in Italia, e all'estero come chef per personaggi di rilievo, sia in casa che su yacht, nel 2013 si è trasferito a Londra, dove ha appreso nozioni di cucina multietnica continuando a lavorare come chef privato.

ROSELLA MUCCI

Ho sperimentato il palco cimentandomi in progetti di Teatro Sociale tra il 2012 e il 2015 con testi sulla Shoa, sul femminicidio, sulla guerra. Il mio percorso teatrale è poi proseguito in autonomia quando ho sentito il desiderio di portare in scena testi scritti proprio da me.Tutti i miei scritti per scelta hanno

Shares
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)