LETTA LA MAMMOLETTA e la Cuginett@ LA PILLOLA POLITICA DI MAVA FANKÙ

🌜Incontro una mia squisita cugina nella casa di famiglia delle Calabrie Saudite. Si presenta carinamente con un cabaret di mignon. Le offro un liquorino di essenza di liquirizia ad alto effetto diuretico e ipertensivo. Parliamo amabilmente dei nostri trascorsi anni d’oro e di quel che facciamo nel presente.

🌜Ma è proprio quando si affronta l’argomento social che casca l’asino. Quando le dico che scrivo per un magazine on-line, con due rubriche di “posta del cuore” e “pillole politiche”, che evidentemente conosceva, cambia forma e colore… Così, sbuffando come una caffettiera al bollore, gorgoglia: “tu non devi scrivere quelle cose sul nostro presidente Giorgia, definendola “melonara” e “occhi di fuori come pesce da freezer”… Una mia amica nobildonna, dice che sei una gran maleducata!”


🌜“Ma non ti arrabbiare, tesoro” – le dico sorpresa – “Faccio satira politica, ironizzo anche su ”Letta la Mammoletta”, non prenderla come una cosa personale, lo so perfettamente che sei di destra, come tu sai che sono di sinistra, ma possiamo e dobbiamo convivere pacificamente, ora piu’ mai”.


🌜”Ma quale di destra e di sinistra” – risbuffa ri-gorgogliando – “io sono una pura FASCISTA”!


🌜A questo punto un confronto dialettico non è stato possibile perché la cuginetta ha sciorinato con nonchalance la peggiore apologia fascista, con me che con fervore cercavo di smontare la sua prepotente opera di convincimento, dandomi in ordine sparso della putiniana e radical chic…


🌜Le rispondo con delle necessarie banalità, che Putin per me e’ un genocida come Zelensky e che entrambi sarebbero finiti nell’inferno della disumanitá, come i suoi idoli dittatori, e che al di la’ delle definizioni (casomai radical choc!), sono semplicemente per una democrazia forte, visto che questa evidentemente non lo e’ abbastanza, avendo permesso tutto questo…

🌜E non mi ricordo cos’altro ho cercato di farfugliare, perché davvero non mi aspettavo di dover difendere la mia fede nel progresso, nell’uguaglianza e nella libertà da una conservatrice sovranista nazionalista indottrinata che si definisce con orgoglio fascista.


🌜E pensare che in questa pillolona avrei voluto criticare le sinistre, e lo faccio comunque, perché è loro la colpa se oggi in tanti si sentono legittimati da questo governo nero a venire allo scoperto, almeno in privato, perche’ se gli scatta il saluto romano in pubblico poi il presidente Giorgia gli dice che gli taglia il braccio se lo rifa’, con tono da rimprovero materno, o al massimo la Rai lo squalifica da Ballando con Le Stelle…


🌜Ma alla luce del mio incontro parentale, concludo elogiando la peggiore sinistra progressista rispetto alla migliore destra conservatrice che non è certo questa…

🌜Avrei ironizzato su molti personaggi discutibili di sinistra se non mi fossi imbattuta nella cuginetta, che saluto con un affettuoso abbraccio sussurrandogli un non so se ricambiato e sincero ”ti voglio bene anche se sei una fascistona”, ma a questo punto opto per un ironico e salvifico “Evviva Letta La Mammoletta” 😎

🌜Perche’, anche se non rappresenta la migliore sinistra ha sicuramente una mente aperta e democratica, mentre chi toglie diritti e liberta’ (che sia pure ad una sola persona) NO.

🌜Ripropongo alla maggioranza astensionista il Partito di Mava Fanku’

Ascolta dalla voce di Mava Emyliu’ Fanku’

Copyright @2022 TheWomenSentinel.net | Tutti i diritti riservati | Riproduzione Vietata

About Post Author

  • Registrazione Tribunale di Roma n.133/22 del 8/11/22
  • Direttore Stefania Catallo

Stefania Catallo, romana e fondatrice del centro antiviolenza Marie Anne Erize. Si occupa di storia orale e di diritti delle donne. Giornalista e scrittrice, ha pubblicato diversi libri, l'ultimo dei quali "Evviva, Marie Anne è viva!" (2018, Universitalia), ha ricevuto il Premio Orsello nella sezione Società.

Redazione:

Emyliù Spataro

Emilio Spataro, in arte Emyliù, attore, chansonnier, fotografo, grafico. Di origine calabrese cirotana, vive a Roma. Webmaster del Magazine.

Saverio Giangregorio

Attivista ANPI e Amnesty International, femminista, si occupa anche di Jus Soli e della causa degli italiani senza cittadinanza. Segue dal primo giorno la vicenda di Giulio Regeni, di cui riporta l'amaro conteggio ogni giorno sui suoi profili social. Attivista ANPI per il senso di profondo rispetto verso coloro che ci hanno liberato da nazisti e fascisti. "Siamo una democrazia e indietro non dobbiamo tornare".

Mava Fankù

Opinionista disincantata, dotata di un notevole senso dell'umorismo e di una dialettica tagliente, Mava Fankù risponderà ai lettori del nostro magazine nella sua rubrica settimanale "La posta del cuore".  Niente sfuggirà al suo giudizio, tagliente ma mai cattivo, e a chi scriverà elargirà i suoi consigli per cuori feriti, timidi, birichini , tachicardici e brachicardici.

Lorenzo Raonel Simon Sanchez

Esperto in comunicazione, divulgatore e attivista per i diritti umani della comunità LGBTQ+

Alessio Papalini

Romano, educatore, formatore e appassionato di lettura e comunicazione

PATRIZIA MIRACCO

Psicoterapeuta e giornalista. Appassionata di arte e mamma umana di Aki, una bella cagnolina a quattro zampe di 4 anni.

Shares
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

error: Content is protected !!